MATERIE PRIME

 

Coordinatore: FABIO BENEDETTI                                   E-Mail: info@greenevo.it

POLYPLA™

Con il termine polypla™ si intende il polimero espanso del biopolimero pla. E’ sviluppato e prodotto dalla societá olandese Symbra Technologies e commercializzato con il marchio BIOFOAM™ . Per caratteristiche estetiche e meccaniche è molto simile al polistitrolo (eps). Biofoam™ si presenta sotto forma di perle soffiate ed è certificato biodegradabile, compostabile e biobased . Può essere processato sulle stesse macchine ove avviene la termo-formatura del polistirolo. Il polypla è realizzato con un materiale  la cui tecnologia è  stata brevettata dalla società olandese fin dal 2006. Il Biofoam di Synbra è certificata Cradle-to Cradle silver award e Din Certeco.

AGROALIMENTARE: produzione vaschette e cassette isotermiche per alimenti , trasporto e stoccaggio, seminiere per agricoltura.

FLOROVIVAISMO: vasi e contenitori a dispersione in ambiente, beeds ossigenanti terreno e riduttori consumi di acqua .

FARMACEUTICO: contenitori isotermici trasporto medicinali.

INDUSTRIALE: trasporto e protezione apparecchiature e macchine bianco e industriali.

COSTRUZIONE: pannelli termoisolanti

Dpt BTTFIBRE™ (www.bttfibre.it)

BIOPOLIMERO BASE PLA 

principali applicazioni: stampa ad iniezione – filo per stampanti 3D

ECOPLANT™ è un biopolimero a base pla, prodotto dalla societá taiwanese con sede a Hong Kong WINGRAM™.  Costituito da un ibrido di biopolimeri biobased e biodegradabili, le proprietá principali: resistenza al calore –  facilitá di termoformatura per la stampa ad iniezione – assenza di plasticizzanti pericolosi per la salute umana e animale – alta tolleranza contatto con la pelle. Ideale per la produzione di fili per stampanti 3D. Ideale per produzione flaconi (non consente evaporazione e traspirazione liquidi), giocattoli, montature occhiali, componenti elettronici.

BIOFIBRE 100% PLA

principali applicazioni: tessuti tecnici, nontessuti, imbottiture. 100% biobased, biodegradabili  e compostabili

promosse in Italia fin dal 2004  le fibre pla sono prodotte dal Gruppo Far Eastern Textile (FENC) e distribuite da RMBFibre di Zurigo CH.

Settore Igiene e Salute:   produzione di tessuti e supporti per uso igienico e sanitario, prive di plasticizzanti come ftalatiisfenolo e per loro natura biocompatabili e batteriostatiche. Non si tingono e vengono preferibilmente usate senza diossido di titanio (bianco).

Settore abbigliamento: produzione di intimo.

Settore geotecnico e florovivaismo:  per filtrazione e germinazione piccole piante e erbe; naturalmente idrofiliche e naturali (prive di tensioattivi e biocidi).

Settore alimentare:  imballaggi monouso e pluriuso