0574.1746164 info@greenevo.it
Green Evolution ha lanciato recentemente sul mercato italiano, in esclusiva il proprio progetto “AGRITURISMO ZPW™” – zero conferimento di plastiche alla raccolta pubblica – per il settore ECO TURISTICO ITALIANO. L’obiettivo è affiancare le strutture agrituristiche italiane a forte vocazione naturalista-ambientalista, in un percorso che è potenzialmente “auto- rigenerante”, formativo e partecipativo, sia per il turista che per l’azienda agricola nonché per quest’ultima anche economicamente vantaggioso L’esperienza dell’agriturismo più di molte altre attività agricole e turistiche vede l’Italia leader planetario con una speciale vocazione: entrambi dal produttore di beni – l’agricoltore e ospitante – al turista dimostra che tutti possono essere testimoni quando non “artefici”, della bellezza del rapporto dell’uomo con la Natura nonchè della sua “circolarità”: non distruttivi come spesso ci sentiamo dire o pensiamo noi stessi, ma virtuosi per il Pianeta e sé stessi. Il turista che frequenta un agriturismo lo fa per più di una ragione: natura, relax, pochi pericoli per i bambini, aria pulita, cibo buono e sano, pochi rumori artificiali e riscoperta di quelli della natura, i colori rilassanti della campagna, la localizzazione – spesso al centro di un contesto di altre bellezze storico-artistiche – ed infine anche il costo mediamente più contenuto rispetto alle strutture vicino ai centri marinari o della montagna. Il sistema elaborato da Green Evo prevede una azione dinamica con struttura a piramide rovesciata, il cui punto di partenza resta la ferma volontà dell’agricoltore-ospitante a percorre un cammino che richiederà tempo (1-2 anni) ma che è fortemente auto-referenziale. Approfondimenti nella apposita pagine: AGRITURISMO ZERO PLASTIC WASTE Attualmente l’Agriturismo “LA FACENDA” di Albinia, prov. di Grosseto nei pressi del promontorio dell’Argentario (Toscana- Italia ) sta sperimento la prima fase del processo, dopo aver ottenuto il riconoscimento di Legambiente Italia come struttura eco-turistica e, per la parte agricola, dove avere ottenuto nel 2018 il riconoscimento IGP del proprio olio extra vergine di oliva. Zero Waste infatti secondo la teoria della Blue Economy non è una utopia scientifica ma un metodo praticabile.